Perchè? - Borgo San Jorio Sacro Cuore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Perchè?

Il Borgo

Perche’ “San Jorio”?

Nel momento in cui, il 6 dicembre 2006, si è dovuto scegliere il nome con cui identificare il nuovo Borgo si avevano di fronte diverse possibilità. La storia di questo territorio infatti ci offriva una serie di fatti, personaggi, monumenti, località, santi e madonne… tra cui c’era davvero solo l’imbarazzo della scelta.
Il dibattito è stato vivace: i suggerimenti si sono alternati, finché su proposta documentata della Commissione storica è prevalsa quella di “San Jorio – Sacro Cuore”, dove il passato (San Jorio) si abbina al presente (parrocchia del Sacro Cuore).
San Jorio è ancora oggi il nome con cui viene identificata, anche sulle mappe, la collina che separa il primo tratto di corso Alba (zona Orti) ed il nuovo quartiere dalla Valle San Pietro.
Per noi il colle di San Jorio rappresenta il centro geografico, il vero “cuore” del Borgo, simbolo delle colline di Vallarone, Valle San Pietro, Borgomale, e della piana compresa tra il Borbore ed il Tanaro, da Valcomba a San Carlo: proprio sotto San Jorio inoltre è sorta la nuova chiesa parrocchiale  del “Sacro Cuore di Gesù”.
Gioco forza quindi unire i due nomi in un’unica titolazione.

N.B. >Le notizie su riportate sono tratte dal libro “Borgo San Jorio Sacro Cuore – Una (non)storia ovvero appunti e noteper una Storia del Borgo”realizzato a cura della Commissione storica del Borgo San Jorio – Sacro Cuore (Asti, 2007) reperibile presso la sede del Borgo in via P.S. Mattarella 2, oppure presso le seguenti cartolibrerie: L’Edicola di corso Alba , Libreria Goggia, in corso Alfieri xxx, Asti.  

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu